CHI SIAMO

Stampa
Categoria: Non categorizzato
Data pubblicazione
LA NOSTRA STORIA
La S.S.P.G. “S.G. Bosco – Summa Villa” nasce nell’anno scolastico 2013-2014 a seguito del piano di razionalizzazione e dimensionamento delle Istituzioni Scolastiche del comune di Somma Vesuviana secondo le indicazioni del D.P.R. 233/1998 e del D.P.R. 81/2009. La nostra Istituzione Scolastica comprende cinque sedi ubicate su tutto il territorio sommese che ospitano nel complesso n°51 classi così distribuite:

Il contesto socio ambientale

La città di Somma Vesuviana sorge sulle pendici del gruppo vulcanico del Somma – Vesuvio a 150 metri s.l.m. ed a 16Km da Napoli. Essa è certamente di antichissime origini, ma buona parte della sua storia millenaria è avvolta nel mistero più assoluto. Tutta la storia del luogo è legata alla vita del più o meno attivo Vesuvio di cui il monte Somma rappresenta il più antico edificio vulcanico.Sul luogo dove oggi sorge Somma si sono succedute le civiltà degli Etruschi, degli Osci e, poi, dei Romani. La prova certa che il luogo era abitato nei secoli antecedenti la famosa eruzione del 79 d. C. si è avuta con la scoperta dei ruderi di un imponente edificio di epoca romana sepolto in località Starza, probabilmente appartenuto alla Casa Imperiale degli Ottavi. Le tracce di questo passato, di cui i Sommesi vanno fieri, rivivono nelle diverse manifestazioni folkloristiche che esercitano sulle popolazioni limitrofe forte attrazione e compartecipazione.Centro prevalentemente agricolo, noto per le coltivazioni di uva da vino (catalanesca), ortaggi e frutta (albicocche), Somma Vesuviana ha subìto nell’ultimo ventennio profonde trasformazioni. Le attività agricole, pur restando prevalenti, sono state affiancate dallo sviluppo del terziario e di piccole e medie aziende. Di antica tradizione sono l’arte del ricamo e la lavorazione del legno. Tutte queste attività stentano ad integrarsi in un disegno di sviluppo unitario, anche per l’assenza di consorzi, cooperative e associazioni commerciali per la tutela e la valorizzazione dei prodotti tipici. Pertanto, l’economia risente delle crisi del mercato e, come in tutto l’hinterland napoletano, è presente un alto tasso di disoccupazione giovanile e di sottoccupazione. Città dichiarata a rischio vulcanico e sismico, Somma Vesuviana ha visto negli scorsi anni una notevole espansione edilizia, prevalentemente abusiva, dalle periferie alle pendici del monte Somma. La recente istituzione del Parco Nazionale del Vesuvio (il Parco del Vesuvio nasce ufficialmente il 5 giugno 1995) ha posto un freno allo scempio, ma il territorio resta segnato irrimediabilmente dal degrado ambientale e dal disordine urbano.Negli anni 80 si è avuto l’insediamento di complessi condominiali destinati ad accogliere i terremotati provenienti dai quartieri storici di Napoli. L’inserimento di questi nuovi gruppi sociali ha causato fenomeni di emarginazione sociale, soprattutto giovanile, che si è manifestata anche con fenomeni di microcriminalità abbastanza diffusi, che ha creato disagi ed incomunicabilità con i residenti storici.La platea che frequenta la nostra scuola si presenta, dunque, particolarmente eterogenea. La maggior parte degli alunni proviene da un’estrazione sociale medio-alta, le cui famiglie si interessano attivamente del processo formativo - educativo dei propri figli, sono sensibili ai problemi della scuola e collaborative con l’istituzione scolastica. Un’altra parte degli alunni, invece, proviene da un ambiente prevalentemente agricolo e/o artigianale e, pertanto, l’ambiente in cui vivono questi ragazzi risulta talvolta carente di stimoli educativi e di motivazioni all’apprendimento, per cui la scuola viene spesso considerata con indifferenza, se non proprio come mero assolvimento di un obbligo. A fronte di questa situazione, la Scuola si fa portavoce della necessità di un patto sociale per lo sviluppo integrato delle diverse entità locali, del quale siano artefici e protagonisti le famiglie, l’ amministrazione comunale, la scuola, il mondo del volontariato e le espressioni più vive e sensibili della società civile.
   
2011 Chi Siamo. Custom Footer text
Powered by Joomla 1.7 Templates